2020

Auto ferme da quarantena e l’effetto flat spotting

0 143

Siamo ancora in emergenza, ma dal 4 maggio inizia la fase 2 e probabilmente ci si potrà tornare a spostare. I veicoli in questo periodo sono rimasti quasi o totalmente fermi. Alcuni riparati in garage e/o tettoie, altri lasciati all’esterno. Ma cosa accade Qqando un’auto rimane per molto tempo ferma senza muoversi? Purtroppo sono molti gli aspetti da dover tenere in considerazione:

Uno tra i quali è l’effetto ‘flat spotting’ e che vede appiattirsi man mano le gomme della macchina, sotto il peso ovviamente del mezzo e nel punto in cui la copertura poggia a terra.

Poi potremmo imbatterci in piccole vibrazioni o disturbi leggeri alla guida, che man mano coi km scompare. L’appiattimento quindi potrebbe essere solo un fenomeno temporaneo, che scompare una volta che gli pneumatici riottengono la loro normale conformazione e raggiungono la temperatura di esercizio.

Banner ceriv

Il ‘flat spotting’ comunque dipende da differenti fattori, come le dimensioni delle gomme, il carico, la struttura interna, la temperatura dell’ambiente, la pressione di gonfiaggio e la durata della sosta. Secondo gli esperti di Continental le gomme rischiano di appiattirsi in maniera semi-permanente dopo un mese di sosta e con un gonfiaggio non sufficiente.

Ricordiamo inoltre che entro il 14 maggio va effettuato il cambio delle gomme da invernali ad estive.

Noi siamo a disposizione per ogni esigenza!

Leave A Reply

Your email address will not be published.

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy